Lo schizofrenico della famiglia

Riassunto della prima parte del testo "Lo schizofrenico della famiglia" di Pietro Barbetta, Roma, Meltemi, 2008. Ciò che aiuta nella clinica con il paziente schizofrenico è la disposizione, che rende la terapia un contesto disposizionale, un luogo dove ci si può prendere cura di sé. La terapia come luogo in cui si possono costruire condizioni controfattuali (tutto ciò che non si dimostra attraverso i fatti) nella conversazione.

Per scaricare questo appunto in PDF è necessario essere loggati, se non sei nostro utente registrati!

« Torna alla lista

 

Indice dei contenuti:

  1. Il caso di Giacobbe Liberati
  2. LA SCHIZOFRENIA COME INCONSCIO PSICHIATRICO
  3. LA SCHIZOFRENIA PARANOIDE
  4. IL DELIRIO MINIMALISTA
  5. LO SCHIZOFRENICO IMPOVERITO
  6. LA SCHIZOFRENIA E I SUOI SINTOMI POSITIVI
  7. LA SCHIZOFRENIA E I SUOI SINTOMI NEGATIVI
  8. IL CASO CLINICO E LA PSICHIATRIA: LO SCHIZOFRENICO IN MANICOMIO
  9. LO SCHIZOFRENICO E LA RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI
  10. CASI CLINICI NEL CONTESTO

 

Vuoi approfondire gli argomenti di questo documento?

Dettagli dei contenuti: