Il lavoro pedagogico come ricerca dei significati e ascolto delle emozioni

Appunti sul testo della Riva dedicato alla pedagogia, intesa come formazione basata sui "mattoni" costituiti dalle emozioni e dalle reti di significati. L'autrice, facendo riferimento alle teorizzazioni di Riccardo Massa, filosofo dell'educazione e pedagogista, si interroga sui punti più critici e nodali dell'educazione, partendo dai problemi più concreti che la pratica pedagogica solleva e tenta di risolvere.

Per scaricare questo appunto in PDF è necessario essere loggati, se non sei nostro utente registrati!

« Torna alla lista

 

Indice dei contenuti:

  1. Rapporto tra sapere e lavoro pedagogico
  2. La formazione come oggetto di studio del sapere pedagogico
  3. Il radicamento dei modelli pedagogici e degli stili educativi nelle storie di formazione
  4. Lateralità, chiaroscuri, penombre, grovigli come oggetti pedagogici
  5. Quattro tipi di latenze individuate da Massa
  6. Un’epistemologia laterale, erotica e incerta
  7. Etica come ermeneutica della formazione
  8. La natura del lavoro pedagogico
  9. Percorso deittico individuato da Massa
  10. La processualità del lavoro pedagogico
  11. La formazione allo sviluppo delle competenze clinico – pedagogiche
  12. Significati ed emozioni come mattoni della formazione professionale
  13. La fondazione biologica, culturale ed educativa dell’uomo
  14. I "dispositivi generativi" della formazione della vita psichica
  15. Identificazioni interne come dispositivi generativi pedagogici
  16. Aspettative e fantasie nelle piccole pratiche educative familiari
  17. Pratiche educative quotidiane e rapporto con il bisogno
  18. Pratiche educative e processi di separazione
  19. Il soggetto, il vuoto, la mancanza in pedagogia
  20. Tra professionalità pedagogica e familiare
  21. La dimensione nascosta della motivazione alla professione e all’intenzionalità educativa
  22. Emozioni come sorgenti profonde educative
  23. L’incidenza della formazione personale nello stile professionale
  24. Modelli educativi, stili professionali e formazione alle professioni
  25. Temi culturali e affettivi nelle professioni e nella formazione alle professioni
  26. Ermeneutica della progettazione e dell’organizzazione della formazione
  27. Il senso del sapere in ambito formativo
  28. Dimensioni pedagogiche trasversali
  29. Dimensione istituzionale e organizzativa in pedagogia
  30. Il potere nella pedagogia nera
  31. L’invadenza educativa
  32. La finzione nella pedagogia
  33. La dimensione relazionale affettiva nell'educazione
  34. La dimensione fantasmatica e l’esperienza emotiva dell’ansia per l’incertezza dell’apprendimento
  35. La dimensione erotica e corporea nell'educazione
  36. L'autogestione psicologica
  37. Ricerca educativa e problemi dell'esperienza formativa incerta
  38. Strumenti e tecniche pedagogiche nell'epoca delle realtà incerte
  39. Ri-significazione in pedagogia
  40. La responsabilità emotiva dell’educatore e del formatore
  41. Le quattro stanze – latenze pedagogiche
  42. Prima stanza o di latenza referenziale
  43. Seconda stanza o di latenza cognitiva
  44. Terza stanza o di latenza affettiva
  45. Quarta stanza o di latenza pedagogica

 

Vuoi approfondire gli argomenti di questo documento?

Dettagli dei contenuti:

  • Autore: Adriana Morganti
  • Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  • Facoltà: Scienze della Formazione
  • Corso: Scienze dell'Educazione
  • Esame: Psicologia clinica
  • Docente: Riva
  • Titolo del libro: Il lavoro pedagogico come ricerca dei significati e ascolto delle emozioni
  • Autore del libro: Maria Grazia Riva
  • Editore: Guerini
  • Anno pubblicazione: 2005