Bullismo e Cyberbullismo

In molti di noi la parola bullismo evoca brutti ricordi; riminiscenze di quando frequentavamo la scuola dell'obbligo, violenze forse non subite ma alle quali abbiamo assistito nella maggior parte dei casi come spettatori passivi. Al bullismo “tradizionale” oggi si affianca il cyberbullismo che ha come supporto le nuove tecnologie informatiche e della comunicazione. La mia tesi descrive e mette a confronto queste due facce del medesimo problema evidenziandone i punti di contatto e di rottura; ampia trattazione è riservata ai comportamenti ed azioni che possono essere messe in atto dalla comunità educante per la prevenzione e riduzione del fenomeno.

Bullismo e Cyberbullismo: continuità o differenza?

di Graziano Cacciari [Leggi la sua biografia »] [Visita la sua tesi »]

Tesi Correlate

  • Bullismo e Cyberbullismo

    In molti di noi la parola bullismo evoca brutti ricordi; riminiscenze di quando frequentavamo la scuola dell'obbligo, violenze forse non subite ma alle quali abbiamo assistito nella maggior parte dei casi come spettatori passivi. Al bullismo “tradizionale” oggi si affianca il cyberbullismo che ha come supporto le nuove tecnologie informatiche e della comunicazione. La mia tesi descrive e mette a confronto...»

Approfondimenti

  • Dietro a un bambino che picchia c'è un bambino che soffre

    Homo homini lupus, l'uomo è come un lupo per l'uomo, sostenevano i latini, volendo assimilare l'aggressività umana a quella della belva selvaggia. Duemila anni di 'civiltà' non sono bastati per cancellare questa massima dal cuore dell'uomo occidentale, che continua a non poter fare a meno della sua parte aggressiva. Fin da piccolo. Indiani e cowboys, guardie e ladri, i giochi dei bambini, sono da sempre...»

  • Dietro a un bambino che picchia c'è un bambino che soffre

    Homo homini lupus, l'uomo è come un lupo per l'uomo, sostenevano i latini, volendo assimilare l'aggressività umana a quella della belva selvaggia. Duemila anni di 'civiltà' non sono bastati per cancellare questa massima dal cuore dell'uomo occidentale, che continua a non poter fare a meno della sua parte aggressiva. Fin da piccolo. Indiani e cowboys, guardie e ladri, i giochi dei bambini, sono da sempre...»

Condividi questa pagina