Vissuto d’ansia e patologia psicosomatica

Indagine sui percorsi antistress in stazione termale

Molti sono gli approcci, accanto a quelli più classici psicoterapici e farmacologici, di terapie sull'ansia.
Alessandro Domesi, incentra il focus della sua tesi di laurea in particolare sulle cure termali, che possono essere un valido strumento di intervento sullo stress e sulle patologie psicosomatiche derivanti dall'ansia. L'autore, dopo una dettagliata introduzione sulle teorie alla base della psicosomatica, e ai diversi approcci olistici, che si occupano cioè sia di mente che di corpo, come la bioenergetica, approfondisce le diverse componenti terapeutiche in gioco nelle stazioni termali: dal massaggio antistress, alla cromoterapia, all'aromaterapia, alla musicoterapia, allo studio degli ambienti per contrastare il vissuto ansioso, alla pratica dell'attività fisica. Una ricerca conclude il lavoro evidenziando i benefici delle terme sulla patologia ansiosa. Si legge dalla conclusione della tesi:L’applicazione pratica di questo studio consiste proprio nell’aver dato una conferma parziale all’ipotesi di un effetto benefico dei trattamenti antistress sullo stato d’ansia sia come stato momentaneo che come caratteristica stabile della personalità; oltre al fatto che viene data conferma alle considerazioni che derivano dalla pratica clinica della psicoanalisi secondo la quale l’ansietà o rimane liberamente fluttuante, oppure è scarsamente presente a livello cosciente nel caso della conversione somatica del conflitto inconscio che la genera.

Vissuto d’ansia e patologia psicosomatica: indagine sui percorsi antistress in stazione termale

Condividi questa pagina